Siamo come i figliastri dai capelli rossi, quelli dimenticati “, ha detto Crittendon, 46 anni

Siamo come i figliastri dai capelli rossi, quelli dimenticati “, ha detto Crittendon, 46 anni

Almeno 38.000 posti di lavoro nella sanità pubblica statale e locale sono scomparsi dalla recessione del 2008, lasciando una forza lavoro scheletrica per quello che una volta era considerato uno dei migliori sistemi sanitari pubblici del mondo.

KHN e AP hanno intervistato più di 150 operatori della sanità pubblica, responsabili politici ed esperti, analizzato i record di spesa di centinaia di dipartimenti sanitari statali e locali e intervistati case statali. Ad ogni livello, secondo le indagini, il sistema è sottofinanziato e minacciato, incapace di proteggere la salute della nazione.

Robert Redfield, MD, il direttore del CDC, ha detto in un’intervista ad aprile che il suo "il più grande rimpianto" era "che la nostra nazione non è riuscita per decenni a investire efficacemente nella salute pubblica."

Quindi, quando è arrivata questa epidemia – e quando, secondo gli esperti di salute pubblica, il governo federale ha sbagliato la sua risposta – i dipartimenti sanitari locali e statali svuotati erano mal equipaggiati per intervenire nella violazione.

Nel tempo, il loro lavoro aveva ricevuto così poco sostegno che si sono trovati senza direzione, mancati di rispetto, ignorati, persino diffamati. La lotta disperata contro COVID-19 divenne sempre più politicizzata e divenne più difficile.

Stati, città e contee in difficoltà hanno iniziato a licenziare e licenziare membri di personale già limitato, e la devastazione incombe ancora di più, mentre gli stati riaprono e i casi aumentano. Storicamente, anche quando il denaro si riversa in seguito a crisi come Zika e H1N1, scompare dopo che l’emergenza si placa. I funzionari temono che la stessa cosa stia accadendo ora.

"Non diciamo ai vigili del fuoco: ‘Oh, mi dispiace. L’anno scorso non ci sono stati incendi, quindi sottrarremo il 30% del tuo budget “. Sarebbe pazzesco, vero?" ha detto Gianfranco Pezzino, MD, MPH, l’ufficiale sanitario di Shawnee County, Kansas. "Ma lo facciamo con la salute pubblica, giorno dopo giorno."

Il dipartimento della salute della contea di Toledo-Lucas dell’Ohio ha speso $ 17 milioni, o $ 40 a persona, nel 2017.

Jennifer Gottschalk, 42 ​​anni, lavora per la contea come supervisore della salute ambientale. Quando il coronavirus ha colpito, il dipartimento della contea era così a corto di personale che i suoi compiti includevano la supervisione di ispezioni di campeggi e piscine, controllo dei roditori e programmi di fognatura, oltre a supervisionare la preparazione alle epidemie per una comunità di oltre 425.000 persone.

Quando Gottschalk e cinque colleghi si sono ammalati di COVID-19, si è ritrovata a ricevere telefonate su un caso COVID-19 dal suo letto d’ospedale, e poi a lavorare sull’isolamento domestico. Ha smesso solo quando la sua tosse era troppo forte per parlare al telefono.

"Devi fare quello che devi fare per portare a termine il lavoro," Ha detto Gottschalk.

Ora, dopo mesi di lavoro senza quasi un giorno di riposo, ha detto che il lavoro la sta logorando. Sono arrivati ​​così tanti rapporti di laboratorio sui casi di coronavirus, il fax dell’ufficio si è rotto. Affronta un contraccolpo della comunità sulle restrizioni del coronavirus e ci sono innumerevoli telefonate arrabbiate.

Le cose potrebbero peggiorare; si profilano possibili tagli al bilancio della contea.

Ma Toledo-Lucas non è un difetto. La salute pubblica è in basso nella lista delle priorità finanziarie della nazione. Quasi due terzi degli americani vivono in contee che spendono più del doppio per la polizia rispetto a quanto spendono per l’assistenza sanitaria non ospedaliera, compresa la sanità pubblica.

Più di tre quarti degli americani vive in stati che spendono meno di $ 100 a persona all’anno per la salute pubblica. La spesa varia da $ 32 in Louisiana a $ 263 in Delaware, secondo i dati forniti a KHN e AP dal progetto State Health Expenditure Dataset.

Quel denaro rappresenta meno dell’1,5% della spesa totale della maggior parte degli stati, con la metà passata ai dipartimenti sanitari locali.

La quota di spesa dedicata alla salute pubblica smentisce il suo ruolo multidimensionale. Le agenzie sono legalmente obbligate a fornire un’ampia gamma di servizi, dalle vaccinazioni e l’ispezione dei ristoranti, alla protezione contro le malattie infettive. Distinto dal sistema di assistenza medica orientato agli individui, il sistema di sanità pubblica si concentra sulla salute delle comunità in generale.

"La salute pubblica ama dire: quando facciamo il nostro lavoro, non accade nulla. Ma non è proprio un bel distintivo," ha affermato Scott Becker, amministratore delegato dell’Association of Public Health Laboratories. "Testiamo il 97% dei bambini americani per disturbi metabolici o di altro tipo. Facciamo il test dell’acqua. Ti piace nuotare nel lago e non ti piace la cacca lì dentro? Pensa a noi."

Ma il pubblico non vede i disastri che contrastano. Ed è facile trascurare l’invisibile.

Una storia di privazione

Il dipartimento sanitario locale era un luogo ben noto negli anni ’50 e ’60, quando Harris Pastides, PhD, MPH, presidente emerito dell’Università della Carolina del Sud, stava crescendo a New York City.

"Mia madre mi ha portato per i vaccini. Avremmo ricevuto le nostre iniezioni lì gratuitamente. Avremmo ottenuto gratuitamente i nostri cubetti di zucchero per la poliomielite," ha detto Pastides, un epidemiologo. "A quei tempi, i dipartimenti sanitari avevano un ruolo molto visibile nella prevenzione delle malattie."

Saad Omer, MBBS, direttore dello Yale Institute for Global Health, ha affermato che il sistema di sanità pubblica decentralizzato degli Stati Uniti, che abbina i finanziamenti federali e l’esperienza con i finanziamenti, la conoscenza e la fornitura locali, è stato a lungo l’invidia del mondo.

"Molto di ciò che stiamo vedendo in questo momento potrebbe essere ricondotto alla cronica carenza di fondi," Ha detto Omer. "Il modo in cui affamiamo il nostro sistema sanitario pubblico, il modo in cui abbiamo cercato di ottenere risultati di salute pubblica a buon mercato in questo paese."

Nella contea di Scott, nell’Indiana, quando la coordinatrice della preparazione Patti Hall iniziò a lavorare al dipartimento sanitario 34 anni fa, gestiva una clinica per bambini e un’agenzia di assistenza sanitaria domiciliare con diversi infermieri e assistenti. Ma nel tempo, la clinica per bambini ha perso fondi e ha chiuso. I cambiamenti di Medicare hanno spianato la strada ai servizi privati ​​per sostituire l’agenzia sanitaria domestica. Il personale del dipartimento è diminuito negli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000. La contea è stata gravemente disarmata quando l’uso dilagante di oppiacei e la condivisione di aghi hanno scatenato un’epidemia di HIV nel 2015.

Oltre a soli cinque posti a tempo pieno e uno part-time nella sanità pubblica della contea, c’era solo un medico nell’epicentro dell’epidemia di Austin. L’allora governatore dell’Indiana. Mike Pence, che ora guida la risposta del coronavirus della nazione come vicepresidente, ha aspettato 29 giorni dopo l’annuncio dell’epidemia per firmare un ordine esecutivo che consentisse lo scambio di siringhe. A quel tempo, un funzionario statale disse che solo cinque persone provenienti da agenzie in tutta l’Indiana erano disponibili per aiutare con il test HIV nella contea.

L’epidemia di HIV è esplosa nella peggiore mai raggiunta nell’America rurale, infettando più di 230 persone.

A volte, il governo federale ha promesso di sostenere gli sforzi di sanità pubblica locale, per aiutare a prevenire simili calamità. Ma quelle promesse erano effimere.

Due grandi fonti di denaro stabilite dopo l’11 settembre 2001 – il programma di preparazione alle emergenze della sanità pubblica e il programma di preparazione all’ospedale – sono state gradualmente eliminate.

L’Affordable Care Act ha istituito il Fondo per la prevenzione e la salute pubblica, che avrebbe dovuto raggiungere i 2 miliardi di dollari all’anno entro il 2015. L’amministrazione Obama e il Congresso hanno fatto irruzione per pagare altre priorità, incluso un taglio delle tasse sui salari. L’amministrazione Trump sta spingendo per abrogare l’ACA, che eliminerebbe il fondo, ha affermato Carolyn Mullen, vicepresidente senior per gli affari di governo e le pubbliche relazioni presso l’Associazione dei funzionari sanitari statali e territoriali.

L’ex senatore dell’Iowa Tom Harkin, un democratico che ha sostenuto il fondo, ha detto di essere furioso quando la Casa Bianca di Obama ha preso miliardi da esso, rompendo quello che ha detto essere un accordo.

"Da allora non ho più parlato con Barack Obama," Ha detto Harkin.

Se il fondo fosse rimasto intatto, altri 12,4 miliardi di dollari sarebbero stati alla fine affluiti ai dipartimenti sanitari locali e statali.

Ma anche i leader locali e statali non hanno dato la priorità alla salute pubblica nel corso degli anni.

In Florida, ad esempio, il 2% della spesa statale va alla sanità pubblica. La spesa dei dipartimenti sanitari locali nello stato è diminuita del 39%, da un massimo di $ 57 in dollari a persona aggiustati per l’inflazione alla fine degli anni ’90 a $ 35 a persona lo scorso anno.

Nella Carolina del Nord, la forza lavoro della sanità pubblica di Wake County è scesa da 882 nel 2007 a 614 un decennio dopo, anche se la popolazione è cresciuta del 30%.

A Detroit, il dipartimento della sanità aveva 700 dipendenti nel 2009, poi è stato effettivamente sciolto durante la procedura fallimentare della città. È stato ricostruito, ma oggi ha ancora solo 200 lavoratori per 670.000 residenti.

Molti dipartimenti fanno molto affidamento su sovvenzioni per malattie specifiche, creando posizioni instabili e temporanee. Il budget principale del CDC, parte del quale va ai dipartimenti sanitari statali e locali, è rimasto sostanzialmente invariato per un decennio. Il denaro federale rappresenta attualmente il 27% della spesa sanitaria pubblica locale.

Anni di tale pressione finanziaria hanno spinto sempre più i lavoratori in questa forza lavoro prevalentemente femminile verso la pensione o il settore privato e hanno tenuto lontani potenziali nuovi assunti.

Secondo una ricerca dell’Association of State and Territorial Health Officials e il de, più di un quinto degli operatori sanitari pubblici nei dipartimenti locali o regionali al di fuori delle grandi città ha guadagnato $ 35.000 o meno all’anno nel 2017, così come il 9% nei dipartimenti delle grandi città. Fondazione Beaumont.

Anche prima della pandemia, quasi la metà degli operatori sanitari pubblici prevedeva di andare in pensione o lasciare la propria organizzazione per altri motivi nei prossimi 5 anni. La scarsa paga era in cima alla lista dei motivi.

Armata di una laurea di primo livello, Julia Crittendon ha accettato 2 anni fa un lavoro come specialista in interventi sulle malattie presso il dipartimento della salute dello stato del Kentucky. Trascorreva le sue giornate raccogliendo informazioni dettagliate sui partner sessuali delle persone per combattere la diffusione dell’HIV e della sifilide. Ha rintracciato i numeri di telefono e ha guidato ore per raccogliere i clienti riluttanti.

La madre di tre figli amava il lavoro ma guadagnava così pochi soldi che si qualificava per Medicaid, il programma assicurativo statale federale per i più poveri d’America. Non vedendo alcuna possibilità di avanzare, se ne andò.

"Siamo come i figliastri dai capelli rossi, quelli dimenticati," ha detto Crittendon, 46 anni.

Una retribuzione così bassa è endemica, con alcuni dipendenti che si qualif erogan dove si trovaicano per il programma nutrizionale per neo mamme e bambini che somministrano.

Comments are closed.